logo

Ristorante

Ristorante

Filosofia

"270 euro al chilo. è il prezzo che ho pagato per una cassa di scampi: era il 23 dicembre dello scorso anno e non potevo rinunciare ad un prodotto tanto importante per il mio ristorante".

Eccesso e tradizione, fascino e competizione: è l'asta di Terracina, raccontata da Johnny Micalusi, il creatore dell'Hosteria del Pesce, il punto di riferimento per consumare prodotti ittici d'eccezione per tutta la Roma bene:

"Il mercato è alla ricerca della qualità. Qualità da assaporare, da gustare, da ricordare. Per questa ragione pesci e crostacei serviti nel mio ristorante provengono esclusivamente da Terracina, una delle ultime poche realtà di prestigio in Italia per il pescato di alta gamma. E il gradimento mostrato dal pubblico conferma questa tesi".

 

Un invito per la ristorazione, un esempio da seguire.

"Caratterizzare la propria offerta all'insegna della qualità paga! E non servono artifici culinari o retoriche decorazioni. La mia cucina è semplice, ricca di sfumature ed elementi mediterranei, che non celano, né distorcono il sapore di questo pesce dall'eccellente gustosità".

Una scelta strategica, una presa di posizione, un modo esplicito di comunicare al pubblico che il prodotto ittico è sinonimo di qualità. Tra l'altro, circa il 66% del prodotto ittico consumato in Italia passa per la ristorazione. Proprio per questa ragione occorre educare la clientela al consumo del pesce, inviando un messaggio che sancisca il forte legame tra prodotti ittici ed alimentazione di qualità. In tale percorso, curare l'approvvigionamento è il primo passo importante. Ed in proposito, a Terracina, c'è molto da imparare, come racconta Johnny Micalusi, nato pescatore proprio in questa magnifica terra, poi grossista e, quindi, ristoratore di successo.